HOME
HOME
le sorgenti
HOME
HOME

il Monte Amiata

la Val d'Orcia

paesi limitrofi

siti d'interesse ambientale

siti d'interesse geologico

le sorgenti

il fiume

Già nel XII secolo San Romualdo aveva scelto la zona del Vivo per fondare l'Eremo, descrivendo questo luogo incantato come: "selvaggio e magnifico, una piccola altura protesa al limite fra il regno del faggio e quello del castagno, pochi metri pianeggianti presso una stretta sinuosa, improvvisa, dalla quale scaturivano con fragore di tuono due grosse e travolgenti polle d'acqua gelate".
Il 4 ottobre 1931 ci fu la cerimonia inaugurale dell'opera alle sorgenti dell'Ermicciolo in presenza di alte autorità, tra i quali il prefetto di Siena Toffano e monsignor Barbieri che impartì la benedizione. Ancora oggi, a distanza di quasi 70 anni, questo ponte di collegamento idrico riveste un importanza fondamentale per gran parte della Provincia di Siena
Nel 1895 il comune di Siena progettò l'acquedotto destinato a risolvere la mancanza di acqua di cui la città e il circondario avevano assoluto bisogno.
La sorgente dell'Ermicciolo, da dove partiva il progetto, aveva una portata di duecento litri al minuto - secondo.
le Sorgenti dell'Ermicciolo
Nel 1927, con Regio Decreto, il governo finanziò 3/4 dell'opera, un poderoso aiuto arrivò anche dal Monte dei Paschi: il progetto diventava realtà.
Nel 1928 cominciarono i lavori che si conclusero nel 1931; un lavoro enorme con uno sviluppo complessivo di condotte di 142.615 metri.
deposito acquedotto
interno delle sorgenti Ermicciolo
l'innaugurazione dell'acquedotto